L’errore che fanno tutti nel conservare il pellet: bisogna fare molta attenzione

Come fare a conservare il pellet acquistato? Ve lo spieghiamo noi e vi diciamo come non fare un errore molto comune

Con l’arrivo delle stagioni fredde, la stufa a pellet diventa il fedele alleato di molti italiani per mantenere le proprie abitazioni confortevoli. Tuttavia, uno degli aspetti critici di questo sistema di riscaldamento è la corretta conservazione del pellet. Gli errori in questa fase potrebbero compromettere l’efficienza del combustibile e causare inconvenienti nella stufa. Pertanto, è essenziale adottare alcune accortezze pratiche per garantire che il pellet mantenga le sue proprietà ottimali fino al suo utilizzo.

conservare il pellet
Come si conserva al meglio il pellet – Ciaotenerife.it

Il pellet è composto da piccoli cilindri formati dagli scarti della lavorazione del legno. Questi elementi naturali vengono sottoposti a essiccazione e compressione prima di essere raccolti in sacchi di diverse dimensioni. Gli scarti provengono dalla lavorazione del legno, come segatura, cippato o elementi direttamente dal bosco. La chiave della sua efficienza risiede nella mancanza di elementi chimici, vernici o colle che potrebbero risultare dannosi durante la combustione. Ma come conservarlo?

Conservazione del pellet: gli errori per non sbagliare

Solitamente, per risparmiare, molte persone acquistano il pellet durante l’estate e cercano un luogo adatto per conservarlo in attesa della stagione fredda. Tuttavia, la conservazione del pellet richiede alcune precauzioni per preservarne la qualità. Di seguito vi elenchiamo alcuni consigli pratici per una conservazione perfetta del pellet.

conservazione pellet
Seguendo queste regole il pellet si conserverà al meglio – Ciaotenerife.it

Prima di tutto conservate il pellet lontano dall’acqua. L’umidità rappresenta il nemico principale del pellet, in quanto l’evaporazione potrebbe causare malfunzionamenti e problemi nella stufa. Pertanto, è fondamentale conservare il pellet in un luogo asciutto e lontano dall’acqua. In secondo luogo evitare il contatto con il pavimento. Posizionare i sacchi di pellet su un bancale di legno o su materiali isolanti come il cartone aiuta a mantenere il combustibile rialzato da terra.

Questa precauzione previene l’assorbimento di umidità dal pavimento, preservando la qualità del pellet. Inoltre fornite una copertura adeguata. Coprire il pellet con un materiale isolante è essenziale per proteggerlo da umidità e raggi solari. Un’adeguata copertura contribuirà a preservare la qualità del pellet e a evitare deterioramenti dovuti alle condizioni atmosferiche.

Seguendo questi semplici consigli, è possibile conservare il pellet in modo efficiente, assicurandosi che mantenga le sue proprietà ottimali per garantire un riscaldamento senza intoppi durante la stagione fredda. La cura nella conservazione rappresenta un investimento preventivo per godere appieno dei benefici del pellet e preservare la salute e l’efficienza della stufa a pellet nel tempo.

Impostazioni privacy